Economia

L’economia del Canada è una delle più forti al mondo grazie alle sue inestimabili risorse minerarie. Infatti, ha l’indice interno lordo più alto in assoluto ed è la superpotenza estrattiva del pianeta di metalli preziosi, petrolio, gas naturale, fosfati, carbone e uranio.

Il settore immobiliare è in costante crescita, tanto che la crisi del 2008 non ha quasi influito sul PIL della nazione.

Un settore primario è la cerealicoltura e lo sfruttamento delle risorse forestali. L’industria e le attività terziarie sono molto sviluppate.

Il Canada è al primo posto, a livello mondiale, anche nella produzione di energia idroelettrica e ne esporta circa il 14% negli Stati Uniti. Solo la provincia del Quebec, dove  sono state costruite dighe sul fiume San Lorenzo, produce una quantità estratta di energia è pari al 61%. Invece l’energia rinnovabile è pari al 38% dell’energia, rendendo la provincia francofona una delle più virtuose aree di green Energy.

Le industrie principali sono quelle meccaniche, come quello dell’aeronautica, aerospaziale e automobilistica, quelle tessili ed alimentari, la produzione di carta, la lavorazione del ferro e dell’acciaio, la fabbricazione di macchinari ad alta tecnologia e di macchine utensili. Importante è anche l’industria elettronica, legata ai settori militare, aerospaziale, dei trasporti e delle telecomunicazioni.

Similarmente agli altri paesi sviluppati, il settore terziario è molto sviluppato infatti nelle città ci sono numerose banche, compagnie di commercio, aziende di comunicazione e operatori del turismo.