Trasporti e comunicazioni

La macchina è il mezzo migliore per visitare le tre isole. Ognuna dispone di una strada circolare in buone condizioni. Se a Grand Cayman non avrete grosse difficoltà a trovare un taxi, nelle altre due isole dovrete ripiegare sul noleggio di automobili o moto. Troverete alcune agenzie all’aeroporto. La guida è a sinistra e per noleggiare una macchina occorre avere 21 anni. Vi verrà rilasciata una patente locale sul posto nelle agenzie di noleggio, dietro presentazione della patente nazionale.

Per spostarsi tra le isole, l’aereo è l’unica possibilità. Da Grand Cayman, i piccoli aerei di Island Air collegano le altre due isole in mezz’ora o poco più (circa 130 chilometri di distanza). Cayman Airways, che assicura anche voli per gli Stati Uniti, collega soltanto Cayman Brac. Da Brac a Little Cayman ci vogliono soltanto 7 minuti con Island Air. Potete anche prendere i battelli-navetta privati che collegano le due isole in 20 minuti.

Situazione sanitaria

Non occorre alcun vaccino. Munitevi di crema solare ad alta protezione, nonché di prodotti antizanzare. Come in tutti i paradisi tropicali, il pericolo può derivare dalla fauna acquatica ma anche dalle specie vegetali. Dunque, fate attenzione a ciò che toccate. L’infrastruttura medica non rappresenta un problema. Da notare che vi è una camera di decompressione all’ospedale di George Town (per gli incidenti causati dalle immersioni). Island Air dispone di un aereo di rimpatrio sanitario per le evacuazioni sanitarie negli Stati Uniti.

The Chrissie Tomlinson Memorial Hospital (George Town, Grand Cayman): Tel: (00 345) 949-6066, Fax: (00 345) 945-1695.

Urgenze legate a problemi di denti (24 ore su 24): (00 345) 947-4447.

Indirizzi e numeri utili

 

Polizia, Vigili del fuoco, Guardia costiera, Pronto soccorso:  911

Linea verde per informazioni in caso di emergenza: (345) 946 3333

Croce rossa: (345) 949 6785

Eliambulanza:  (345) 949 7775

Autorità marittima: (345) 916 1000

Cayman Islands Department of Tourism: The Pavilion, Cricket Square, Elgin Avenue, George Town, P.O. Box 67 GT, Grand Cayman, BWI. Tel.: (00 345) 949-0623. Fax: (00 345) 949-4053.

Sport

Gli sport principali praticati alle Isole Cayman sono: il calcio, il pallacanestro e il pallavolo. In maniera marginale anche il rugby e il football americano.
Inoltre si possono praticare diversi sport acquatici e su terra, come il golf e il tennis, oppure per gli avventurieri anche l’hiking o il surf.

Curiosità

Le Cayman, infatti, hanno voluto restare fedeli ai loro colonizzatori, il Regno Unito, staccandosi nel 1962, alla proclamazione dell’indipendenza. Con un bagaglio di tradizioni proprie, inoltre, che hanno in parte arginato l’invadenza americana. Infatti le Cayman sono isole tranquille, dove le discoteche si contano sulle dita di una mano e alle dici di sera capita di trovare un locale sul mare con spiaggia, palme e luci complici che sta già chiudendo i battenti. Anche nella capitale Georgetown,

Gastronomia

I piatti locali di queste isole sono frutto di un mix gastronomico di cucina precolombiana (degli arauchi e dei caribi) con quella africana, francese, spagnola, inglese, indù e indonesiana. Gli ingredienti che contraddistinguono questi piatti sono i frutti (mango, papaia, avocado, ecc.) che si usano per cucinare le pietanze, o come contorni e, ovviamente, li troviamo sotto forma di succhi e o mescolati agli alcolici. Nelle esplorazioni gastronomiche locali, non si trova la carne bovina: solo con pollo, maiale, montone, pesce e crostacei sui quali avrete la certezza della freschezza.

Per quanto riguarda le bevande dovete fare affidamento alla birra o al rum in quanto il Caribe è il paradiso del rum (i giamaicano Appleton Estate e Myer’s e il cubano Havana Club), degli amari di angostura (Trinidad) e del liquore curaçao dell’omonima isola. Tra i cocktail trovate la Piña colada e il Cuba libre.

Cultura

Prendendo come punto di riferimento la capitale delle isole e i resort lungo Seven Mile Beach è possibile osservare come la cultura di queste terre è stata influenzata dai costumi americani.

Nei piccoli villaggi e nelle isole di Little Cayman e Cayman Brac, la cultura appartiene invece alle indie occidentali, anche se è sempre presente l’influenza britannica.

Per quanto riguarda la cultura delle indie occidentali essa è presenta soprattutto nei ritmi musicali come la soca, il calypso e il reggae che risuonano nei locali, nei club e nei bar.

Sulle isole vi sono anche molte chiese e di conseguenza anche molti cristiani praticanti.

Molto probabilmente a causa dell’etica religiosa o dello stretto legame con l’Inghilterra, gli abitanti apprezzano molto la modestia e la gentilezza. A differenza di quanto accade nelle altre isole caraibiche, sulle isole Cayman è illegale prendere il sole in topless oppure indossare il costume da bagno al di fuori delle spiagge.

Sull’isola di Grand Cayman il carnevale è il Batabano che si tiene nella settimana intorno al periodo di pasqua.

Sull’isola di Cayman Brac questa festa prende il nome di Brachanal che viene organizzata nella settimana successiva al Batabano.

Nell’ultima settimana di ottobre si tiene la festa dei pirati, durante la quale si assiste a finte battaglie e scherzi assortiti.