Trasporti e comunicazioni

Sulle isole non c’è un significativo sistema ferroviario. Invece il sistema stradale si snoda per 121 km di cui solo 24 km asfaltati. Sono attivi 8 aeroporti di cui 3 con piste più lunghe di 1.500 m, 1 tra 1.000 e 1.500 m e 2 con piste lunghe meno di 1000m. Queste ultime hanno piste d’atterraggio non asfaltate.

Le isole sono collegate con Londra (British Airways), con gran parte delle città americane e con il Canada. I collegamenti aerei interni sono assicurati dalla Air Turks and Caicos che effettua anche voli per Haiti, Bahamas, Repubblica Dominicana e Giamaica.

Sono presenti anche due porti: Grand Turk e Providenciales.

 

Situazione sanitaria

Non è obbligatorio alcun vaccino ed è inutile sottoporsi ad un trattamento antimalarico. Bevete acqua in bottiglie sigillate e verificate che la carne e le verdure siano cotte. La frutta deve essere sbucciata. Scegliete una buona polizza assicurativa con opzione di rimpatrio. L’ospedale di Grand Turk offre l’assistenza migliore (è l’unico ad assicurare un servizio di pronto soccorso). A Providenciales, potrete fare affidamento sulla MBS Medical Clinic e sul New Era Medical Centre.

Passaporto e visto

È necessario e sufficiente un passaporto in corso di validità. I cittadini dell’UE non hanno bisogno di un visto per soggiorni di una durata di 30 giorni (rinnovabile una sola volta). Ogni viaggiatore dovrà pagare una tassa di 23 $US al momento della partenza.

Indirizzi e numeri utili

Ufficio informazioni di Turks e Caicos
PO Box 128. Front Street, Cockburn Town, a Grand Turk. Isole di Turks e Caicos. Tel.: (001 649) 94 62321.
Fax: (001 649) 94 62733.
Email: tci.tourism@tciway.tc
Ufficio informazioni Turks e Caicos
Stubbs Diamond Plaza, Providenciales. Isole di Turks e Caicos. B.W.I. Tel.: (001 649) 946 4970. Fax: (001 649) 941 5494.

Gastronomia

La cucina è quella creola, che nasce da secoli di incontro della cucina indiana, spagnola e inglese, con piatti che sono soprattutto a base del fresco pesce delle acque che circondano l’isola, cotto arrosto e consumato con fagioli o riso. Ottimi anche i frutti di mare e i crostacei, così come la frutta da cui si ottengono succhi eccellenti. Tra le bevande si consumano prevalentemente la birra e il rum.

Sport

Sulle isole si possono praticare una vasta gamma di attività, tra cui wakeboard, sci d’acqua, wakesurfing, sci nautico a piedi nudi, slalom sci nautico, wakeskate, tubi e lo snorkeling.

Film

“Turks & Caicos“ un film di David Hare con Bill Nighy, Ralph Fiennes, Christopher Walken, Helena Bonham Carter, Winona Ryder. continua» Thriller, – Gran Bretagna 2014

Musica e suoni

La musica delle Turks e Caicos è meglio conosciuta per lo stile ripsaw. Esso è accompagnato da una serie di strumenti, tra cui maracas, triangoli, chitarra scatola, congas, capra e batteria cowskin, fisarmonica e concertina.

Uno stile strettamente correlato chiamato rastrello è noto nelle Bahamas, strettamente associato con Cat Island, la casa di molti Turks e Caicos isolani che vi si muovevano in cerca di lavoro nel 1920, 1930 e 1940. Molti musicisti delle Bahamas sono dalle isole, tra cui il raffreddamento Waters, Sly Roker, Bradley Dean, Marvin Handfield, Perry Delancy, Leo Jones e il conte Bernardino. Molti di questi espatriati hanno fatto ritorno a Turks e Caicos, portando con sé la musica Junkanoo delle Bahamas.

I moderni pionieri Ripsaw includono Tell e le Rakooneers e Lovey Forbes, che ha creato un nuovo stile chiamato combina nei primi anni 1980, utilizzando generi provenienti da tutto il Caraibi e gli Stati Uniti come fonte di ispirazione; questi Jazz incluso, calypso, soca e reggae.

Cultura

Le isole presentano un importante numero di aree protette, tutelati da un Decreto emanato nel 1989; tali zone si suddividono in parchi nazionali, riserve naturali, oasi ed aree di interesse storico. I Parchi Nazionali sono il Chalk Sound, le Conch Bar Caves, le East Bay Islands ed il South Creek, mentre per quanto riguarda i Parchi Nazionali Marini, essi sono il Columbus Landfall, il North West Point e West Caicos. Tra i Parchi Nazionali Terrestri e Marini, abbiamo Fort George e Admiral Cockburn, mentre fra le Riserve Naturali Admiral Cockburn, Bell Sound ed East Harbour Conch and Lobster Reserve. Infine, per quanto concerne le Oasi e le Aree di interesse storico, annoveriamo Big Sand Cay, Three Mary Cays e Boling Hole e Cheshire Hall.

La cultura delle isole Turks e Caicos risente dell’influenza dell’arte indio, ben mescolata alla tradizione maya ed africana. Da questo particolare connubio nascono splendidi prodotti dell’artigianato locale, tra cui maschere di legno, sculture in pietra e tessuti ricamati. Le popolazioni locali danno una grande importanza alla musica ed al ballo, importanti tradizioni alla base dei festeggiamenti del rinomato carnevale.