Popolazione

La popolazione totale dell’arcipelago è di circa 32.000 abitanti. Otto delle trenta isole sono disabitate. Un terzo della popolazione ha meno di 15 anni e solo il 6% supera i 65 anni. La popolazione cresceva con un tasso annuo del 2,82%, con 10,57 immigrati ogni mille abitanti, 21,84 nascite per 1.000 abitanti e 4,21 morti per 1.000 abitanti. La mortalità infantile è di 15,18 morti ogni 1.000 nati e l’aspettativa di vita era di 74,73 anni (72,48 per gli uomini, 77,08 per le donne). La maggioranza della popolazione è di colore.

 

Politica

L’isola di Grand Turk è il centro amministrativo, politico e culturale delle Turks e Caicos. La capitale amministrativa è Cockburn Town ed è anche sede del governo. Le isole erano sotto la giurisdizione della Giamaica fino al 1962 e successivamente il governatore delle Bahamas si curò degli affari delle isole dal 1965 al 1973, quando le Bahamas ottennero l’indipendenza. Turks e Caicos ricevette quindi un governo separato e nel 1982 divenne un territorio d’oltremare. Il sistema legale di Turks e Caicos è basato sul Common Law inglese, con un numero minore di leggi adottate da Giamaica e Bahamas.

Il sovrano del Regno Unito è il capo dello stato rappresentato da un governatore. Il capo del governo è il primo ministro. Il Consiglio Esecutivo è formato da tre membri ex officio e cinque scelti dal governatore tra i membri del Consiglio Legislativo. Non ci sono elezioni: il governatore è scelto dal sovrano e il primo ministro è scelto dal governatore.

Il Consiglio Legislativo è composto da 19 membri, di cui 13 eletti dai cittadini per 4 anni.

Economia

L’economia di Turks e Caicos è basata su turismo, pesca e servizi finanziari offshore. Gran parte delle merci per uso interno è importato. Gli Stati Uniti ed il Canada sono i paesi di provenienza della maggioranza dei turisti. La maggiore fonte di guadagno dello stato sono le imposte sulle attività finanziarie.

I principali prodotti agricoli sono mais, fagioli, tapioca, agrumi e pesce. Turks e Caicos esporta aragosta e conchiglie. Inoltre, il territorio è stato un importante scalo per i narcotraffici dal Sudamerica agli Stati Uniti.

Clima

Prevalentemente secco e dolce, con giorni assolati e sere piacevolmente fresche. La temperatura varia dai 19 °C ai 35 °C.

Le piogge che si concentrano soprattutto nella stagione estiva.

Ambiente

L’arcipelago delle Turks and Caicos ha una superficie di soli 185 di kmq, nella quale sono comprese le isole di Grand Caicos, North Caicos, East Caicos, Providenciales e Grand Turk, che contano appena 20.000 abitanti.

Essendo posizionate a sud delle Bahamas, la colonia britannica indipendente, trova fonte economica principale il turismo, infatti, grazie alla bellezza del mare e al clima gradevole durante tutto l’anno, le isole sono sempre popolate da migliaia di visitatori.

La flora e la fauna, nonostante l’estensione limitata delle isole, sono estremamente interessanti, con la presenza di piante e fiori tropicali, e molte razze di uccelli e di pesci.

Storia

Le Turks e Caicos furono scoperte intorno al 1512 ed occupate nella seconda metà del XVII secolo da coloni provenienti dalle Bermude. Alla fine del secolo successivo vennero rivendicate dalla Giamaica e annesse ad essa nel 1804. Dall’annessione nacque un lungo periodo di conflitti tra le popolazioni fino alla rivendicazione dell’indipendenza. Le Caicos, già occupate ed in seguito abbandonate da alcuni americani fedeli al Regno Unito, furono unite alle Turks nel 1848.